Drama consigliati, le migliori produzioni su Netflix ad oggi

Attualmente il catalogo italiano di Netflix contiene 42 drama coreani, ma quali sono le serie migliori? La risposta a questa domanda può variare moltissimo se ci si focalizza solo ed esclusivamente sui propri gusti personali, se però analizziamo obiettivamente le produzioni nel loro insieme, ci sono alcuni titoli da dimenticare e altri che rientrano tra i migliori drama coreani prodotti. Vediamo insieme le 5 produzioni migliori, osannate da critica e pubblico, che sono attualmente disponibili su Netflix Italia.

When The Camellia Blooms

When The Camellia Blooms è una commedia thriller andata in onda nel 2019 su KBS2 con protagonisti Gong Hyo Jin e Kang Ha Neul. La serie si è aperta con il 6,7% di ascolti fino a raggiungere il 24% nel finale, piazzandosi al 2^ posto nel record di ascolti del 2019, ma rimanendo ben lontana dalla classifica dei drama con i più alti ascolti della tv pubblica. Lodata da critica e pubblico ha incassato diversi premi durante i KBS Drama Awards, per poi portarsi a casa svariati premi nella recente cerimonia dei Baeksang Awards 2020.

When The Camellia Blooms ci racconta la storia di una mamma single che gestisce un locale serale in una piccola cittadina rurale, perseguitata da un serial killer e stigmatizzata dal vicinato per la sua condizione di “mamma single / donna attraente che gestisce un bar notturno”, si dovrà destreggiare tra la gestione della sua attività, la cura del figlio, la cura della mamma che mostra presunti segni di demenza senile, e le attenzioni di tre spasimanti, il padre di suo figlio che rispunta improvvisamente, il poliziotto di quartiere che s’invaghisce di lei e il proprietario del locale in cui affitta.

Raccontata così sembra un miscuglio senza né capo né coda, ma vi assicuro che il drama si è distinto proprio per la peculiarità della trama e per la varietà di genere, un mix tra commedia e thriller perfettamente riuscito. A questo si affiancano due temi forti, il rapporto madre-figli e la riscoperta dell’amore. Il cast ha svolto un eccellente lavoro nel rappresentare personaggi peculiari e molto variegati tra loro e lo dimostrano i tanti premi portati a casa. A chiudere il tutto la perfetta trasposizione su schermo di una piccola comunità in una tipica zona rurale di mare. Nel complesso è una sceneggiatura innovativa e scritta benissimo, che si distingue dalla miriade di titoli che escono ogni anno.


Prison Playbook

Prison Playbook è uno spaccato di vita ambientato in prigione, andato in onda a cavallo tra il 2017 e il 2018 su tvN, con protagonisti Park Hae Soo e Jung Kyung Ho. La serie si è aperta con il 4,8% per poi salire fino al 12%, classificandosi 14^ tra i drama con i più alti ascolti della tv via cavo, vincendo inoltre 5 premi di cui 4 presso i Baeksang Awards di quell’anno.

Prison Playbook ci racconta di un giocatore di baseball che viene ingiustamente accusato di eccesso di difesa e si ritrova in prigione. Qui la sua vita s’intreccia sia con i compagni di cella che con quella dei secondini, tra i quali spicca il suo ex- compagno di squadra nonché suo fan sfegatato che lo aiuterà molto a sopportare la pena da scontare. Il drama può sembrare all’apparenza noioso, soprattutto durante i primi episodi, ma una volta raggiunta la prigione sarà una gioia scoprire poco a poco la storia di ogni personaggio, alcuni dei quali rimarranno nei vostri cuori per sempre, nel mio caso Loony e lo scorbutico tenente Se Yoon. La serie offre poi un pizzico di romance.

Oltre alla recitazione, l’altro punto a favore del drama è sicuramente la sceneggiatura, scritta da Lee Woo Jung, già autrice della saga Reply nonché di svariati reality show tra cui spiccano 2 Days & 1 Night e Three Meals a Day. Stando all’autrice, Prison Playbook è soltanto il primo capitolo della sua serie “Wise Life – Vita Saggia”, che comprende tutta una serie di “spaccati di vita” che vorrebbe proporre come nuovo format, e infatti nel 2020 è andato in onda Hospital Playlist, drama che ha riscosso simile successo e che tornerà nel 2021 con il seguito.


Stranger

Stranger

Stranger è un thriller-legale andato in onda nel 2017 su tvN, con protagonisti Jo Seung Woo e Bae Doo Na, classificatosi solamente al 43^ posto tra i drama con i più alti ascolti della tv via cavo, è stato comunque elogiato da esperti e pubblico tanto da farne produrre una seconda stagione, la quale dovrebbe arrivare nel corso del 2020. Nominata dal The New York Times come la 10^ serie migliore del 2017, si è anche portata a casa il Gran Premio sia nei Seoul Awards che nei Baeksang Awards di quell’anno, a cui si aggiunge quello per la migliore sceneggiatura.

La storia ci racconta di Hwang Shi Mok, un procuratore razionale e freddo, che durante un caso di omicidio conosce la detective Han Yeo Jin, insieme si ritroveranno a combattere contro un sistema corrotto fino ai più alti vertici di polizia e procura. Anche in questo caso i due punti di forza sono la recitazione, visto il cast stellare, e la sceneggiatura. Questo thriller psicologico accompagna lo spettatore in una battaglia fatta di dialoghi di spessore, spesso conditi con tipici modi di dire sudcoreani, crimini e colpi di scena.


Mr. Sunshine

Mr. Sunshine è un drama storico andato in onda nel 2018 su tvN, la serie si è aperta con l’8,85% di ascolti fino ad arrivare al 18,12% nel finale di stagione, aggiudicandosi il 6° posto tra i drama con i più alti ascolti della tv via cavo, per i più curiosi, segnalo che il primo posto è stato da poco usurpato dal drama The World of the Married al drama Sky Castle.

La serie ci racconta di un ufficiale di marina americano di origini coreane che torna in madre patria nel delicato periodo storico che vede il paese sull’orlo del colonialismo giapponese. L’uomo si ritroverà lacerato tra il patriottismo sudcoreano e l’essere un ufficiale americano, nel mentre s’innamorerà della figlia di un aristocratico. Curiosità: Una delle scene del drama è diventata un’icona di dramaland grazie a svariate parodie inserite in altre produzioni.

Mr. Sunshine è stato acclamato per la cinematografia e per la narrativa, portandosi a casa il premio drama dell’anno presso gli APAN awards, insieme al Daesang (Grand Premio) assegnato all’attore Lee Byung-hun, il quale replica come miglior attore nella 55^ edizione dei Baeksang Awards di quell’anno. La serie non è però esente da critiche, accusata di essere pro-giapponese nonché di imprecisione storica, si è dovuta giustificare dichiarando di essere una serie “fiction”. Nonostante le critiche, la serie è riuscita a porre l’accento sul delicato periodo storico, dando voce alle classi più povere e discriminate, nonché a paure e timori di una società che si sta ormai sgretolando. La trama storica fa però da sfondo in quanto Mr. Sunshine è una di quelle produzioni ove la trama è guidata dai personaggi e dalle loro vicissitudini, sebbene tutti i protagonisti sono accattivanti la serie è stata acclamata per i personaggi femminili forti.

Hospital Playlist

Hospital Playlist, come sopra accennato, è il secondo spaccato di vita della serie “Wise Life” ideata dall’autrice Lee Woo Jung. La serie è andata in onda su tvN quest’anno, aprendo con il 6,32% e chiudendo con il 14,14%, classificandosi al 9° posto tra i drama con i più alti ascolti della tv via cavo.

La serie è ambientata in ambito medico e ci racconta di un gruppo di dottori e infermieri che sono amici fin dai tempi della scuola di medicina. In 12 puntate il drama ci immerge nella vita di cinque personaggi che lavorano presso lo stesso ospedale, evitando di scadere nei soliti cliché delle lotte di potere, casi medici irrealistici e/o personaggi dalle capacità sorprendenti. Hospital Playlist è un vero spaccato di vita, che realisticamente ci mostra medici e infermieri destreggiarsi tra la vita ospedaliera e quella privata uniti da una forte amicizia.

Anche in questo caso si va sul sicuro per quanto riguarda la sceneggiatura, a cui si affianca poi un cast stellare che porta la recitazione a livelli altissimi, non solo per gli attori principali, ma anche per il cast veterano di tutto rispetto. A questo si aggiunge una regia favolosa che riesce ad inserire un tocco di commedia anche nei momenti più drammatici, facendoci percepire le emozioni di pazienti e medici senza però risultare “pesante”.

Bonus

La serie Crash Landing on You di tvN si è classificata al 3^ posto tra i drama con i più alti ascolti della tv via cavo. La componente romance, unita al cast stellare e all’approdo su Netflix hanno sicuramente aiutato nel rendere questo titolo una hit del 2020, non si può però negare che nel complesso la produzione offre una storia avvincente che può piacere ad un pubblico ampio in quanto unisce molto bene azione, romance, commedia e melodrama. Non è stato incluso nei 5 migliori semplicemente perché il titolo è già stato trattato nella rubrica drama consigliati, dedicata al genere action-romance. Abbiamo poi quattro menzioni speciali, se Itaewon Class e Extracurricular sono stati i drama del momento, anche Live e Designated Survivor: 60 Days hanno raccolto la loro dose di acclamazione durante la messa in onda, tre di queste serie offrono qualcosa di nuovo sul fronte drama, mentre una è un remake avvincente e di tutto rispetto. Ne parleremo però in altra sede, restate sintonizzati poiché qualche recensione bolle in pentola. 😉


Opinione personale

Ho amato “When The Camellia Blooms”, per me è stato la rivelazione del 2019, sceneggiatura innovativa e ben strutturata, con una varietà di genere che accontenta tutti e soprattutto tiene sempre alta l’attenzione dello spettatore. La serie “Prison Playbook” l’avevo inizialmente droppata poiché i primi episodi mi avevano particolarmente annoiato, visto l’hype generato ho voluto dargli una seconda chance, me ne sono innamorata e confermo nuovamente che la bellezza del drama a mio avviso parte quando il protagonista arriva in prigione. Ho apprezzato molto “Stranger”, ma più per la performance del cast che non per la trama in sé che a mio avviso presenta dialoghi troppo corposi, cosa che vanifica un po’ l’azione e i colpi di scena. A sua discolpa posso dire che l’ho guardata con sottotitoli in inglese in un periodo in cui il mio inglese non era ancora così ferrato, magari in vista della seconda stagione potrei riguardarla con sub-ita su Netflix. Ho invece faticato moltissimo a completare “Mr. Sunshine”, ammetto che i personaggi sono favolosi, ma nel complesso ho trovato la storia abbastanza dispersiva oltre ad un romance poco avvincente. Ho iniziato da poco “Hospital Playlist”, in quanto ho voluto attendere l’approdo su Netflix, posso dirvi che già amo tutti i personaggi e soprattutto la regia che rende il racconto piacevole e non pesante da seguire, dato che il medical non rientra nei miei generi preferiti. – Laura –

Laura

Classe 1985 e da sempre appassionata di film e serie tv, intorno al 2012 viene casualmente catapultata nel mondo dei drama, meglio conosciuto come dramaland, qui il suo nuovo interesse cresce a dismisura portandola nel 2019 a fondare dailykdrama, per scrivere della sua passione e condividerla con il pubblico italiano.