Tre drama che mi hanno fatto tornare una teenager!

Avendo raggiunto un’età in cui le gioie e i dolori dell’era teenager e young adult sono ormai un lontano ricordo, fatico ad apprezzare tutte quelle produzioni, quasi sempre commedie romantiche, che hanno per protagonisti la fascia di età che va dalle scuole medie ai primi anni di università. Ogni tanto capitano però alcuni titoli che riescono a raccontare questo tema, visto e rivisto, in modo innovativo e diverso, aggiungendo magari anche alcune temantiche che mi stanno molto a cuore. E così il mio cuore da vecchietta si trasforma nuovamente in quello di una teenager innamorata, eccovi i tre titoli che hanno annientato la mia grumpy attitude.

TRUE BEAUTY (2020-2021)

Il caso “True Beauty” è molto peculiare in quanto al suo annuncio avevo sbandierato che mai avrei guardato un drama scolastico su una ragazza che si trucca per nascondere il suo vero aspetto, oltretutto con un cast che non mi ha mai fatto impazzire. Ma manco se mi pagate lo guardo! Poi sono usciti i primi trailer e la componente commedia mi ha conquistato, facendomi sperare di ritrovare quell’ironia vista in “Extraordinary You”. Ho iniziato così a guardarlo, senza alcuna aspettativa, e mi sono ritrovata piacevolmente coinvolta in questa storia che ha saputo mischiare temi seri con tanta commedia.

L’idea di una ragazza che si trucca per nascondere il suo vero aspetto, e fuggire quindi da episodi di bullismo, è risultata essere meno trash di quanto pensassi. Ho amato l’ironia con cui è stato trattato il classico triangolo d’amore, e le coppie secondarie che erano interessanti tanto quanto i protagonisti principali. E la storia di amore-odio tra Su-ho e Seo Jun, che sebbene sia basata sui peggio cliché di dramaland è riuscita comunque a emozionare.

Insomma tra un giramento di occhi e l’altro mi sono ritrovata comunque coinvolta nelle avventure di questi studenti, cadendo nella SLS (second lead syndrome), facendomi grasse risate, e iniziando a vedere sotto una nuova luce l’attrice Moon Ga Young, che seguirò con maggiore interesse.

La recitazione dei due protagonisti maschili, Cha Eun Woo e Hwang In Yeop, rimane abbozzata ma devo ammettere che In-yeop ha rubato la scena e si è fatto notare per la seconda volta dopo “18 Again”, il ragazzo (30 anni!!!!) è dunque da tenere d’occhio.

La nota dolente arriva con il personaggio interpretato da Park Yoo Na che cade nel tipico cliché di dramaland (da amica a nemica poiché non regge la pressione dal padre per i risultati scolastici) senza aggiungere nulla di peculiare alla trama già abbastanza “dramosa”.

GO GO SQUID (2019)

Vuoi la mia passione per il gaming, vuoi che un tempo ho vissuto le gioe e i dolori di far parte di un clan, ma all’epoca della messa in onda io mi innamorai perdutamente di questo drama! Col senno del poi devo ammettere che qualche difetto ce l’ha, ciò nonostante è un titolo che mi è rimasto nel cuore. Quindi forse chiudere un occhio su qualche difetto poiché in preda all’amore a volte fa bene!

Andy Yang interpreta una giovane donna in età da college, talmente brillante e intelligente da poter sviluppare applicazioni utili nel campo della medicina. Un giorno incontra Shang Yan (Li Xian), un professionista di e-sport ed è amore a prima vista, nonostante lui sia più grande di lei e totalmente concentrato sulla sua carriera. Inizia così una storia d’amore con lei che lo conquista un po’ per sfinimento.

La coppia principale può sembrare inesperta quando si tratta di appuntamenti, a volte anche ingenua ma ha una grande chimica. Effettivamente la protagonista femminile ci viene presentata in un modo ma agisce per quasi tutto il drama come una bambina vestita da maschiaccio che vive per lui. Rimane il fatto che la chimica tra i due è stupenda.

Il resto dello spettacolo è dedicato all’amicizia di squadra, la bellezza del drama sta nell’e-sport, nelle competizioni, nel legame di squadra e le relative amicizie che si formano giocando/lavorando in questo campo. Ho amato l’hate-love e il bromance tra i due protagonisti maschili, così come la narrazione che alternava il presente al passato, aspetto criticato invece da altri. Questo tipo di narrazione ha permesso di mantenere il mio interesse sempre vivo in quanto gli eventi che hanno portato alla frattura del clan si scoprono poco alla volta.

Nel complesso l’autore è stato in grado di scrivere una meravigliosa storia di amicizia/amore attorno al concetto che ha scelto, l’e-sport. La colonna sonora è diventata la mia dipendenza, specialmente l’intro/finale di ogni episodio.

Go Go Squid 2

La serie ha riscosso molto successo e nel 2021 è stato prodotto lo spin-off “Go Go Squid 2: Dt. Appledog’s Time”, che racconta la storia d’amore tra DT e Appledog, due personaggi di Go Go Squid piaciuti molto al fandom. Lo spin-off non ha però ottenuto gli stessi risultati e io mi schiero tra quelli che non è riuscita ad apprezzarlo.

Oltre a reclutare un cast diverso rispetto a quello originale, la storia d’amore viene raccontata in parallelo agli eventi di Go Go Squid, ma nel drama originale non si fa alcun accenno al fatto che questi due personaggi siano impegnati in una relazione, provocando confusione e smarrimento in tutti quegli spettatori che non conoscono la storia da cui i due drama sono tratti: il romanzo “Fish Playing While Trapped in a Secret Room” di Mo Bao Fei Bao.

EXTRAORDINARY YOU (2019)

Nel 2019 il drama “Extraordinary You” di MBC riscuote un tale successo da entrare negli annali di dramaland insieme al quote “haru-yaaa”, tanto che il 2 ottobre in molti ricordano l’anniversario della sua uscita. La storia è basata sul webtoon “July Found by Chance” di Moo Ryoo e narra della studentessa Eun Dan Oh che scopre di essere il personaggio secondario di un fumetto. Decisa a diventare la protagonista della sua storia, cercherà in tutti i modi di cambiare la trama scritta dall’autore rimanendo coinvolta in un triangolo d’amore con Ha Ru e Baek Gyung.

I tre protagonisti sono interpretati da Kim Hye Yoon, Ro Woon e Lee Jae Wook, a cui si aggiungono Lee Na Eun, Jung Gun Joo e Kim Young Dae. La serie ha vinto il premio come drama dell’anno presso gli MBC drama Awards, mentre Rowoon e Kim Hye yoon si sono portati a casa il premio come miglior nuovi attori presso altre cerimonie.

La serie è stata in grado di portare innovazione nel genere school drama, affiancando una commedia romantica con protagonisti irriverenti a un comparto fantasy di tutto rispetto, il multiverso. Sul fronte commedia abbiamo una protagonista che non perde occasione di prendere in giro l’autore per i cliché utilizzati sulla coppia principale, inconsapevole che essa stessa rimarrà coinvolta nel tipico cliché del triangolo d’amore nel momento in cui deciderà di mandare a monte i piani dell’autore.

Per me è stato rinfrescante vedere una commedia che si prende in giro da sola e al contempo prende in giro tutti i tipici cliché di dramaland. A questo si aggiunge la componente fantasy sull’idea del multiverso.

Laura

Da sempre appassionata di film e serie tv, nel 2012 viene casualmente catapultata nel mondo dei drama, meglio conosciuto come dramaland, qui il suo nuovo interesse cresce a dismisura portandola nel 2019 a fondare dailykdrama, per scrivere della sua passione e condividerla con il pubblico italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: